I dati della seconda rilevazione dell’osservatorio sul target giovanissimi

osa fanno e cosa desiderano i più giovani? Chi sono gli eroi che influenzano il loro mondo? E ancora, quali i loro interessi, i loro giochi (digitali e non) e i loro consumi – media e di prodotto-  preferiti?

A queste e ad altre domande che riguardano le abitudini e l’immaginario dei ragazzi fra gli 8 e i 13 anni cerca di dare una risposta esaustiva – nelle dimensioni e nei trend – l’osservatorio permanente sui Teens sviluppato da MediaCom LAB – il laboratorio di ricerca di MediaCom – in collaborazione con la prima start up digitale italiana under 24, FriendZ.

Per ingaggiare un target così peculiare, salvaguardandone la privacy e la sicurezza, MediaCom LAB e FriendZ hanno messo a punto un innovativo sistema di analisi, che coinvolge direttamente i genitori nella raccolta dei dati. Sono, infatti, loro a intervistare i figli, garantendo così un sistema protetto, seppur ampio numericamente e attendibile qualitativamente.

Se non conosci quello che pensano i giovani diventerai vecchio molto presto. Ascoltare i ragazzi è fondamentale per comprendere il linguaggio e le modalità di comunicazione di oggi e di domani, per mettere a fuoco e anticipare le tendenze. Per questo, abbiamo scelto di far diventare la ricerca realizzata nei mesi scorsi in collaborazione con FriendZ  un vero e proprio osservatorio continuativo”- dichiara Erik Rollini, alla guida di MediaCom LAB.

Per la seconda rilevazione – per la quale  sono stati intervistati in pochi mesi più di 3.000 ragazzi tra gli 8 ed i 13 anni – l’attenzione è stata posta principalmente su programmi e personaggi televisivi, musica e influencer.

Per quanto riguarda i programmi televisivi emerge che per il 18% dei ragazzi il programma preferito è Amici (il programma era già terminato al momento della ricerca n.d.r.), seguito da una coda lunga di telefilm, quasi tutti in programmazione su TV digitali e satellitari.

Sul fronte della fruizione televisiva si evidenzia il diverso temperamento delle ragazze – più interessate a reality come Temptation Island – rispetto ai maschi, fra i quali la propensione ai cartoni animati e al calcio che non ha ancora perso rilevanza.

Programmi

Dalla ricerca emerge che il target in oggetto segue la fascia serale della programmazione TV. Quando si parla di personaggi televisivi preferiti, infatti, spiccano nomi a volte sorprendenti per un pubblico così giovane. La risposta spontanea ricade su conduttori come Paolo Bonolis e Gerry Scotti, ai primi posti del ranking.

Anche in questo caso, però, emergono differenze fra maschi e femmine. Mentre i primi guardano anche a personaggi di fantasia come Homer Simpson e Goku di Dragon Ball, le ragazzine dimostrano una maggiore propensione al mondo più adulto delle serie TV.

Tra gli influencer (web) si confermano i nomi della prima wave di interviste: Chiara Ferragni e Me contro Te per le ragazze, FaviJ sempre per i maschi, seguiti dai gamers per entrambi i sessi.

Solo il 6% dei maschi dichiara di seguire Fedez, che è invece in cima alla classifica dei cantanti preferiti, distaccando di tanti punti percentuali J-Ax e gli altri.

Per le femmine, invece, le preferenze dei cantanti sono molto più frammentate e legate soprattutto ai personaggi di Amici (come Riki, Irama e Emma).

Cantanti

La domanda sui giochi delinea due profili molto diversi: si evidenzia, infatti, da un lato la socialità delle bambine – che preferiscono giochi  dicarte e giochi da tavolo  a quelli digitali – dall’altro la dimensione individuale dei ragazzini che citano ai primi posti Fifa, Playstation e Fortnite.

Giochi

“L’obiettivo di questo osservatorio permanente è di fornire ai nostri clienti uno strumento in grado di intercettare il sentire dei più giovani rispetto al mondo dei consumi, riconoscendone il ruolo di portatori di innovazione in famiglia e capaci di influenzare le scelte di acquisto degli adulti” – conclude Rollini.