Vizi Pubblicitari - Prevenire è meglio che curare - Spot and Web tag

Vizi Pubblicitari – Prevenire è meglio che curare

di Federico Unnia

Federico Unnia
Federico Unnia

Se tutti gli operatori della comunicazione pubblicitaria si attenessero pedissequamente alle regole della corretta pubblicità questa rubrica non avrebbe più senso. Nessuna violazione, nessuna motivazione da commentare. Nulla di nulla. Sarebbe davvero meglio così?

Come amava ripetere il padre dell’Autodisciplina pubblicitaria italiana, ed anche europea, Roberto Cortopassi, il giorno in cui non vi fosse stato più un solo provvedimento dello Iap (nella sua diversa articolazione di Giurì o di Comitato di controllo) il sistema di autocontrollo avrebbe coronato il suo sforzo. Educare al rispetto delle regole.

Questo nobile obiettivo è stato in parte raggiunto, e il buon costume pubblicitario si è imposto tra molti degli addetti ai lavori.

Merito va certamente riconosciuto alla paura di incorrere nel blocco della pubblicità, conseguente la dichiarazione di non conformità del messaggio alle regole. E anche all’effetto reputazionale negativo che ne deriva ed oggi, grazie al chiacchiericcio social, ai milioni di commenti che ne scaturiscono.

Ci piace in questo contesto sottolineare anche il lavoro, lo sforzo, fatto da molti nel conoscere le motivazioni di censure più o meno note. È proprio dalle motivazioni di un provvedimento del Giurì o del comitato di controllo che si capisce cosa e perché di un proprio messaggio non era corretto.

Conoscere quindi equivale a prevenire future condanne.

Un aiuto concreto lo offre la raccolta completa della Giurisprudenza dell’Autodisciplina pubblicitaria, curata dallo stesso Iap ed edita da Anthelios edizioni.

Dai volumi cartacei (cari a generazioni passate…) ai più funzionali cd. Ne è appena uscita la quattordicesima edizione, aggiornata al 31 dicembre 2016. Una raccolta integrale delle decisioni autodisciplinari, con le massime e indici tematici. Insomma, uno strumento utile per prevenire e, perché no, scovare le pieghe in cui far passare una futura comunicazione.

Leggete e imparatene tutti…..