La Panchina – Quella regoletta…..

di Pietro Greppi

Osservando con attenzione gli spot che circolano in televisione e sui social, non posso fare a meno di notare che, a parte i contenuti sui quali spesso mi soffermo a commentare, in quasi tutti si nota essere mancata l’applicazione di una regola di base che, un tempo, veniva stressata soprattutto in fase di formazione tecnica dei creativi. La regola era (ed è) di buon senso: suggerisce di verificare se lo spot risulti comprensibile sia vedendolo senza audio, sia ascoltandolo senza video. Un esercizio in cui, nella seconda parte, eccellono coloro che singolarmente sono abituati a produrre contenuti per la radio. Quando a mettersi al lavoro è invece una squadra, come richiede un video commerciale, le diverse competenze e le esperienze necessariamente si incrociano, ma non è detto che si fondano. E la prova di questo è, come si dice, “on air” perché, se la regola cui ho fatto riferimento poco fa, ha un suo motivo di essere è quello di invitare a rendere massima la comprensione del messaggio commerciale in un ambiente domestico. I rumori casalinghi possono coprire l’audio dello spot, ma se le immagini parlano … qualcuno potrebbe poi essere distratto e non vedere le immagini, ma se l’audio è esauriente e chiaro ….

Se siete di quella scuola facile che certi accorgimenti li mettiate già in pratica, ma non è detto … e quindi questo intervento può essere servito a ricordarvelo. Se non siete di quella scuola e pensate che quella regola lasci il tempo che trova, fate una prova e avrete delle sorprese. Sia che siate “l’azienda” sia che siate “l’agenzia” potrete da soli accorgervi di quanto sia chiaro o meno il vostro messaggio.

Per ultimo voglio segnalare una cosa incredibile e direi anche grave: in molti spot, spero non i “vostri”, facendo quella semplice verifica emerge che il messaggio non è chiaro né in video, né in audio. Se fossi il cliente mi arrabbierei. E poi potremmo parlare anche di contenuti. Ma lo facciamo un’altra volta e ci sarà da divertirsi.

di Pietro Greppi – info@ad-just.it