In Mediobanca una storia di numeri e emozioni, firmata Armando Testa

Il 10 Aprile 1946 nasceva Mediobanca. Per celebrare l’occasione, ha affidato il racconto della sua storia a un video “emozionale” realizzato in collaborazione con Armando Testa.
Non è facile parlare di una banca senza parlare di numeri.
È stata questa la sfida che Armando Testa ha affrontato nel racconto della storia, nel primo filmato corporate di Mediobanca.
Diventa facile quando invece si interpretano e si raccontano i valori che animano le sue azioni. Una storia, quella del gruppo bancario, che è intimamente legata a importanti momenti della storia italiana.
A partire dal dopoguerra, quando c’era molto da ricostruire, ma era più forte la volontà delle aziende italiane e dell’intero paese di rimettersi in piedi e di guardare avanti.
È da una Milano colpita dalla guerra che parte la storia di Mediobanca.

frame_mb_3«Armando Testa è riuscita a raccontarla dagli inizi, – dice Vincenzo Celli direttore creativo Armando Testa – dallo storico palazzo dietro piazza della Scala, attraverso gli anni ’50 con l’apertura del credito e ai sogni delle famiglie italiane (Compass), fino ai nostri giorni, con l’apertura di CheBanca! Uno storytelling che parte da lontano e guarda lontano, fino alle nuove sfide internazionali che i tempi attuali impongono, ma che è legata ai profondi valori originari».
«Il 10 Aprile 1946 è stata costituita Mediobanca. Abbiamo voluto imprimere a quasi 70 anni di storia – commenta Lorenza Pigozzi direttore Comunicazione Mediobanca – la sequenza logica e lo stile di racconto in grado di valorizzare i momenti più intensi vissuti dai nostri dipendenti, gli azionisti, gli investitori e le tante imprese che, anche grazie al nostro supporto, continuano a rappresentare un valore inestimabile per il nostro Paese. Lo storytelling è volutamente privo di dati e cifre per cercare di rappresentare anche e soprattutto il lato emozionale dei traguardi raggiunti e di quelli che ci attendono».
Il racconto è stato ideato da Vincenzo Celli e Cristina Macchi.
Per trasmettere tutte le emozioni di questo racconto -oltre a un formato non convenzionale di circa due minuti- è stato scelto un trattamento a tecnica mista grazie alla magia dell’animazione di Dadomani Studio.
Per la colonna sonora del film è stata scelta la musica originale dei Cinematic Orchestra.
CREDITS
Agenzia: Armando Testa
Direzione Creativa: Vincenzo Celli – Dario Anania
Art e Copy: Cristina Macchi, Ilaria Accornero – Vincenzo Celli
Casa di Produzione: Little Bull Torino
Regia, Animazione e Set Design: Dadomani
Direzione della Fotografia: Patrizio Sacco’
Musica: The Cinematic Orchestra – Arrival of the birds
Consulenza musicale: Quiet, Please!
Direttore Comunicazione Gruppo Mediobanca: Lorenza Pigozzi