5 idee per il web marketing turistico - Spot and Web tag

5 idee per il web marketing turistico

web marketing turisticoLa stagione estiva è alle porte e possiamo aspettarci che da qui a poco le campagne di web marketing turistico entreranno nel vivo.

Da qualche anno a questa parte l’Italia ha perso terreno rispetto ad altri competitor che possono offrire ottimi servizi a prezzi competitivi, ma resta comunque una delle dieci mete turistiche preferite a livello mondiale.

Bellezza dei paesaggi, storia e arte, specialità enogastronomiche e stile di vita sono gli asset sui quali può contare il nostro settore turistico.

Ma la nostra realtà, fatta di aziende prevalentemente medio-piccole, spesso a gestione familiare, fatica a mettere in campo strategie comunicative capaci di sfruttare questi punti forti per la promozione dei propri servizi.

Ecco dunque cinque idee per le realtà medio-piccole che operano nel settore e che devono porre le basi per una strategia di web marketing turistico efficace.

Ricognizione della propria presenza online. Che strumenti sono stati messi in atto? Che efficacia hanno avuto nel rendere visibile l’attività? In particolare occorre considerare:

– il sito web è ben indicizzato dal motore di ricerca? quali sono le query (ricerche) attraverso le quali gli utenti arrivano al sito?

  • la pagina aziendale di Facebook riesce a ottenere un coinvolgimento dei fan, oppure non ha luogo nessuna interazione?
  • esistono altri canali social dove si è presenti, e con quali performance?
  • sono state sperimentate campagne pubblicitarie? se sì, con quali risultati rispetto all’investimento?
  • esiste una strategia di Customer Relationship Management?

Ottimizzazione e localizzazione del sito. L’industria del turismo dipende, in larga misura, dalle presenze straniere. Ecco perché è importante dotarsi di un sito multilingua che sia pensato e tradotto a partire dalla conoscenza dei mercati esteri. Per chi ha scelto WordPress esistono interessanti componenti aggiuntivi che consentono di tradurre il sito in diverse lingue, ottimizzandone i contenuti in chiave SEO.

Per chi, invece, preferisce rimanere fedele al sito monolingua, è comunque importante monitorare la visibilità del sito e provvedere a tutte le azioni necessarie per migliorarla: dall’ottimizzazione delle pagine seguendo una vera e propria keyword strategy all’acquisizione di link, senza dimenticare un’adeguata presenza sui social.

Facebook. Sono molte le pagine aziendali di Facebook che – soprattutto a seguito delle ultime modifiche – hanno poca visibilità e risentono dell’assenza di coinvolgimento dei fan. Sul più grande social network l’autoreferenzialità non è una carta vincente. Facebook può essere usato per raccontare e coinvolgere, rispondendo alle esigenze per gli utenti. Buoni esempi di strategie editoriali e narrative sono quelle di hotel e centri benessere che stimolano gli utenti a condividere i loro momenti di divertimento e relax, raccontano di iniziative gratuite e mostrano le bellezze dei dintorni. Mentre per i ristoranti, che possono avvalersi dell’amore per il food, lo scatto fotografico dei migliori piatti diventa una strategia vincente.

Gli altri social. Il settore turistico si presta bene al racconto per immagini. Ecco perché potrebbe valere la pena di prevedere una presenza su Instagram o Pinterest. Il primo si rivela particolarmente adatto per coinvolgere gli utenti tramite concorsi ad hoc, mentre il secondo è l’ideale se volete attrarre un pubblico raffinato e attento a ogni dettaglio.

Schermata 2014-03-23 alle 17.14.09

 

Le campagne di adv online. Piattaforme come Google Adwords e Facebook Ads hanno il grande vantaggio di permettere di mostrare i vostri annunci a segmenti in target, permettendo di migliorare il ritorno degli investimenti. Tramite lo strumento per il remarketing, inoltre, Adwords ci permette di sollecitare con pubblicità ad hoc chi ha già visitato il nostro sito senza compiere la transazione desiderata.

La relazione, un tesoro da custodire. E’ difficile acquisire un cliente; ecco perché occorre fare tutto il possibile per offrire un servizio sempre all’altezza e per instaurare una relazione positiva con chi ci ha fatto visita. Cercare di ottenere l’email di un cliente e ricordarsi di lui in certe occasioni (compleanni, fiere ed eventi, festività e ponti) è un buon modo per risvegliare le sensazioni positive provate durante la precedente permanenza. Ecco perché è importante avere un database aggiornato e ben organizzato per mandare comunicazioni mirate.

Queste cinque idee rappresentano un buon punto di partenza per mettere in atto una strategia di web marketing turistico che sappia sfruttare al meglio i tanti canali attraverso i quali è possibile ottenere visibilità online.