Internet, un ‘mi piace’ tira l’altro. Uno studio svela l’effetto-gregge

A Gerusalemme è stato dimostrato che la possibilità di un ‘like’ cresce del 32%

twitter@SpotandWeb

Su Internet un ”mi piace” tira l’altro: quando qualcuno vota con un ”mi piace” un post, una recensione o un commento online, da’ il via all”effetto gregge’, cioe’ gli altri che a seguire si imbattono in quel commento gli assegnano a loro volta un voto positivo.

Facebook Expected To File For IPOSecondo lo studio diretto da Lev Muchnik dell’Universita’ ebraica di Gerusalemme, questo risultato e’ un segno che, soprattutto su temi politici e culturali, subiamo l’influenza degli altri online.

La ricerca e’ stata pubblicata sulla rivista Science. Ma l’influenza degli altri avviene solo in positivo, infatti se il primo voto al commento e’ una bocciatura, i voti che seguono sono in genere di segno opposto, ovvero sono dei ‘mi piace’.

Gli esperti per alcuni mesi hanno controllato un sito di aggregazione di notizie i cui utenti lasciavano commenti. Con un meccanismo automatico e casuale i ricercatori erano in grado di assegnare un ‘mi piace’ a un commento, oppure un ”non mi piace’ o di non assegnare alcun voto (condizione di controllo).

I ricercatori hanno spiato cosa succede dopo il loro voto ‘civetta’: e’ emerso che dopo un ‘mi piace’ la probabilita’ che il successivo voto, di un utente vero, sia un altro ‘mi piace’ e’ piu’ alta del 32% rispetto alla condizione di controllo. L’influenza sociale positiva e’ tale che alla fine dello studio un commento che ha ricevuto il primo mi piace riceve il 25% di giudizi positivi in piu’.